Alluminogeni, progressive rock, progressive, rock metafisico, band anni 70, pfm, pink floyd, scolopendra, geni mutanti, troglomen, sound surreale, rock italiano, band anni 70, new trolls, dick dick, i giganti, Green grapes, L'alba di Bremit, Hammond, gruppi torinesi, musica torino, Nexus, Fonit, Warner Music

 

Le origini degli Alluminogeni risalgono al 1966. Un gruppo di 5 amici che ritrovandosi ogni anno al mare fin da bambini e sentendo 1'esigenza di esprimersi musicalmente, iniziano un connubio strumentale, per due anni solamente estivo abitando Patrizio Alluminio a Casale Monferrato, Bibi Pincherli a Milano, Guido Maccario, Sandro Farri e Daniele Ostorero a Torino. In questo periodo di tempo il gruppo cambia tre volte denominazione : GREEN GRAPES, VIPS, BATS.  Le prove musicali si fanno più frequenti quando Patrizio nel 1968 si trasferisce come abitazione nelle vicinanze di Torino.  Il gruppo si riduce cosi' a tre elementi: Daniele (batteria) , Guido (chitarra) Patrizio (tastiere). La sala prove è la camera da letto di Patrizio.
In questo periodo viene "avvicinato" dal maestro Achille Ovale, padre di un noto cantante dell’epoca che struttura musicalmente i tre ragazzi. Nascono molti brani di " SCOLOPENDRA " mentre sono incombenti gli esami di maturità per Patrizio e per Daniele. In prospettiva di una promozione scolastica assai dubbia il padre di Patrizio promette, a risultato positivo, la registrazione di un "provino ricordo" presso la casa discografica FONIT CETRA di Torino. Il sogno si avvera e dopo un mese circa: sorpresa !!! Il gruppo denominato ora TERZA SENSAZIONE è scritturato, dapprima col nome ALLUMINIUM SOUND, poi ed infine con GLI ALLUMINOGENI. Per la partecipazione al CANTAGIRO 1970,con il brano ORIZZONTI LONTANI ( retro L'ALBA DI BREMIT) il chitarrista Guido Maccario viene sostituito dal giovanissimo Aldo e a questo segue ben presto Piero Tonello che accompagna Patrizio e Daniele al FESTIVALBAR con il brano "La vita e l'amore" (Dimensione prima) e poi a .. UN DISCO PER L'ESTATE (1971) con "SOLO UN ATTIMO"          (Psicosi).

Alla registrazione del primo dei due brani, partecipano anche due componenti del gruppo denominato  "I QUELLI " poi divenuto P.F.M. Seguono numerose trasmissioni televisive tra cui: LA FRECCIA D'ORO,  CHISSA' CHI LO SA e varie trasmissioni radiofoniche in Italia e all'estero. Al FESTIVAL DI NUOVE TENDENZE MUSICALI DI VIAREGGIO, è Enrico Cagliero che sostituisce Piero Tonello che alcuni anni dopo morirà in un incidente stradale. Con Enrico viene registrata la trasmissione televisiva "SPECIALE TRE MILIONI". I tre partecipano anche in veste di attori come Band dell'età della pietra oltre che come autori della colonna sonora del film di SERGIO CORBUCCI "QUANDO GLI UOMINI ARMARONO LA CLAVA E CON LE DONNE FACEVANO DIN DON". Si prepara a questo punto SANREMO in coppia con SERGIO ENDRIGO passo pericoloso per lo stile del gruppo che non ritiene più opportuno presentarsi a manifestazioni canore poco idonee al proprio stile musicale. L'ultimo atto è rappresentato dall'L.P.SCOLOPENDRA che pur essendo stata la prima produzione degli ALLUMINOGENI, esce nell'anno 1972 e se pur senza un valido apporto pubblicitario viene ancora oggi ricercato dai collezionisti di dischi.
Dal 1972 al 1980 Daniele e Patrizio si perdono di vista. Nel frattempo Daniele si occupa di varie attività che spaziano dal commercio al modellismo automobilistico professionale, alle assicurazioni. Patrizio invece si laurea in Medicina ed inizia a lavorare come chirurgo in Ospedale. Il ritorno alla musica avviene in questo periodo nuovamente con Enrico (vengono registati alcuni brani "commerciali"). Contattano la casa discografica C.G.D. senza alcun risultato. In questo periodo avvengono numerosi contatti con FRANCO TOZZI fratello del noto UMBERTO, STEFANO ROTA dei RIGHEIRA, ALDO TAGLIAPIETRA delle ORME e altri giovani musicisti. Net 1992 dopo varie incomprensioni Enrico Cagliero si eclissa e subentra un giovane chitarrista Massimo Cabrini che si integra bene nel trio. Si ritorna ai suoni tipicamente "ALLUMINOGENI ". Inizia un periodo di lavoro con EMANUELE RUFFINENGO che vediamo arrangiatore e direttore d'orchestra nel brano dei POOH "Uomini soli" vincitore di un San Remo, collaboratore della MANNOIA, della VANONI, di LAVEZZI e MOGOL

Quattro brani da lui arrangiati sono spediti a Londra alla MAC CARTNEY L.T.D. e a GEORGE  MARTIN che crea lo stimolo al gruppo a continuare. Ma è il grande amico BEPPE CROVELLA, tastierista del mitico gruppo ARTI E MESTIERI, che nel suo studio fa registrare agli Alluminogeni con etichettaVINYL MAGIC e distribuzione SONY, un CD nuovo di zecca che conserva, se pur con "mutazioni genetiche ", l'antico " DNA "del gruppo . "GENI MUTANTI " è un CD basato sulla riflessione filosofica di quanto  la materialità delle azioni umane condizioni ed alteri la natura in generale e quella umana in  particolare, passando dagli spazi infiniti dell'ermetismo alchemico, alla condanna dell'odio, per  rifugiarsi nella delicatezza di un'aurora incontaminata , quale speranza per la gioventù , di una rinascita di valori che 1'uomo ha insiti in se stesso. L'espressione complessiva è di un connubio  epidermico tra testi e musiche che si accoppiano nella ricerca delle stesse sensazioni. E’  pubblicato un altro CD denominato  "GREEN GRAPES " contenente brani inediti del 1967 molti nelle versioni originali alcuni rinfrescati nel 1982 ed altri più recenti. Stranezze  da "UVE VERDI " per un pubblico di curiosi o meglio voyeur musicali. Comincia la lavorazione  due nuovi CD: il primo prende il titolo da un brano inedito degli anni 70  SOGNO ALABARDATO DI UN  ESTATE VERDE.

Alluminio e Ostorero si muovono tra rock sinfonico. funky, reggae ecc. pur  conservando lo stile proprio degli ALLUMINOGENI sia nei suoni sia nei testi che esaltano la  trasposizione e la materializzazione del pensiero nello spazio e nel tempo, toccando anche temi  profondi come la metempsicosi o il magico mondo dei bambini. Il secondo con il titolo ancora da  decidere o: AI VERTICI CIBERNETICI DELL'ORDINE CELESTE ( VERTICE MAGNETICO DELL'ORDINE CIBERNETICO ).  Nuova collaborazione con quattro giovani musicisti: Paolo Gambino (Tastiere della Filarmonica di Torino), Ivano (chitarra), Carlo Bellotti (percussioni della  Filarmonica di Torino)  Sergio Mari (programmatore ). Altra battuta di arresto. Subentra a questo  punto 1'amico Franco Vassia (direttore di Nobodys's Land ) che sostiene il gruppo. Nel mese di marzo del 1996 Enrico Cagliero incontrando casualmente Patrizio in un  negozio di strumenti musicali si rende disponibile ad una collaborazione come ALLUMINOGENI, ma la morte improvvisamente lo coglie alcuni mesi dopo. E' proprio un amico di Enrico che  avvicina al gruppo un nuovo chitarrista: Beppe Tarasio che oltre ad avere un passato musicale  intenso è anche proprietario di una sala di registrazione in Torino. Valido chitarrista  armonizzatore e coordinatore, in un momento in cui sembrava che per gli ALLUMINOGENI fosse  tutto finito vengono rielaborati i brani di METAFISICO opera musicale composta dalle due “subunità” : Sogno Alabardato di un’ Estate Verde  e  Al Vertice Cibernetico dell’Ordine Celeste, che esprime in pieno lo stile del gruppo che, pur avendo recuperato tutto il passato, lo proietta nello spazio del “futuro musicale”.

Patrizio Alluminio, Massimo Cabrini, Daniele Ostorero e… guarda chi si rivede per l’occorrenza: Guido Maccario, si ritrovano per festeggiare musicalmente il 2006.

The Alluminogeni band was born in 1966.
A group formed of  5 friends, who met each other at sea in the summertime since they were kids began play  music in order to express themselves; for the first 2 years, they played only during the summertime, because they lived far from  each other ( Alluminio Patrizio lived in Casale Monferrato, Bibi Pincherli in Milan, Guido Maccario, Sandro Farri and Daniele Ostorero in Turin ).
During this brief period, the band changes its name 3 times: Green Grapes, Vips, Bats. 
They begin to play more frequently since Patrizio comes to live near Turin in 1968.
The band is now formed by 3 members: Daniele ( drums ), Guido ( guitar ) and Patrizio ( piano ).
The room where they play is Patrizio’s bedroom.
In this period the 3 guys meet Achille Ovale, “father” of a famous singer of the time, and learn a lot from him.
A lot of songs contained in Scolopendra , album come out, while Patrizio and Daniele are going to take their final exams.
 In order to make him study, Patrizio’s father promises the 2 guys to let them record their tracks by a famous discographyc  house in Turin: Fonit Cetra .
Their dream comes true, and after a month: surprise!.
The band now know as “Terza Sensazione” gets a contract, first with the nome Alluminium Sound and then with Gli Alluminogeni.
During their performance at Cantagiro 1970, where they play the track Orizzonti Lontani ( L’alba di Bremit ), Guido Maccario, the guitarist lets him place to young Aldo.
Patrizio and Daniele are followed by Piero Tonello to the FestivalBar  performance with the track La vita e l’amore ( Dimensione Prima ) and then to Un Disco per l’Estate ( 1971 ) with Solo un Attimo ( Psicosi ).
The band begins to participate to a lot of TV and RADIO programs in Italy and abroad too.
Enrico Cagliero substitutes Piero Tonello, who will die in a car accident some years later.
The three guys participate to the movie Quando gli uomini armarono la clava e con le donne facevano din- don by Sergio Corrucci as actors and authors of the soundtrack.
They would be ready to take part to Sanremo  with Sergio Endrigo, but in order to protect their musical style, they decide to leject  this type of show.
Their last work is the album Scolopendra , 1972, ( the first album of the Alluminogeni ) collectors sill search for, although it was not so famous at the time.
From 1972 until 1980 Daniele and Patrizio do no get in touch: Daniele does a lot different activities: business, professional modelling, insurance…Patrizio gets him graduation in medicine and begin working in a hospital.
They come back to music again with Enrico ( some “commercial” tracks are recorded ).
They try to contact the C.G.D. discographic house but they do not get any answer.
In this period they meet a lot of famous personalities: Franco Tozzi ( Umberto’s brother ), Stefano Rota from the Righeira, Aldo Tagliapietra from the Orme, and many others.
In 1992, after some incompreheusions, Enrico Cagliero says goodbye to the band and a now guitarist comes in: Massimo Cabrini, who is still with them.
Sounds come back to the origins.
The Alluminogeni begin to work with Emanuele Ruffinengo, orchestra director of Pooh track Uomini soli, which won at the Sanremo festival.
He arranges four tracks, which are sent to the Mac Cartney LTD, London; thanks to George Martin the band finds the spur to continue with  music.
When the meet Beppe Crovella, member of the band Arti e Mestieri , they think about the opportunity of  creating a brand new album ( distributed by Vinyl Magic, sony ), which keeps the original style of the band.
Geni Mutanti is an album based on philosophical thought: the materiality of the human actions spoils the native in general and the human native in particular.
The band sentences hate, in order to find an uncontaminated dawn, the only hope for our youth, who can make human values live again. Music and words are deeply united in order to find out the same sensations.
Then, another album is created : Green Grapes , which also contains unknown tracks of the year 1968. Other: METAFISICO composed by 2 albums, the first one is Sogno Alabardato di un’estate verde , which is also the title of an unknown track of the ’70s.
Alluminio, Ostorero and Cabrini experiment with rock, funky, reggae… but the keep their typical style alive and touch a lot of deep and important themes, such as metempsychosis and the magic world of children.
The second one has the title: Al Vertice Cibernetico dell’Ordine Celeste or Vertice Magnetico dell’Ordine Cibernetico .
New young musicians collaborate with the band: Paolo Gambino ( piano in he Turin Filarmonica Orchestra ), Ivano ( guitar ), Carlo Bellotti ( drums in the Turin Filarmonica Orchestra ), Sergio Mari ( programmer ).
Another pause. At this point, Franco Vassia ( Nobody’s land director ) sustains the band with new discographic supports.
In march 1996, Enrico Cagliro meets Patrizio in a shop and he is ready to start with the band one more time, but, unfortunately, he dies some months later.
A friend of Enrico enters the band as guitarist: Beppe Tarasio, who has a great musical past and owns a recording room in Turin.
In a moment when their musical experience seemed to be at the end, a new sunny day shines for the Alluminogeni  : the tracks contained in Sogno Alabardato and Al Vertice Cibernetico dell’Ordine Celeste are now gathered in the album Metafisico, which clearly explains the original style of the band.

  Home - News - Bio - Disco - Line Up - Foto - Media - Recensioni - Contatti - Privacy Policy
  © 2006 - Tutti i diritti riservati - Alluminogeni.com